• 10 SET 16
    • 0
    Mario Giordano presenta “Profugopoli”

    Mario Giordano presenta “Profugopoli”

    Venerdi 23 settembre alle ore 21.30 alla Sala Rivolta del Teatro alle Vigne di Via Cavour 66 a Lodi ci sara’ l’incontro “Profugopoli” con Mario Giordano, autore del libro “Profugopoli. Quelli che si riempiono le tasche con il business degli immigrati”. La serata, promossa da Alleanza Lodigiana e dal “Movimento per l’Italia”, verra’ moderata da Lorenzo Rinaldi, vice direttore de “Il Cittadino” e vedra’ la partecipazione di Guido Guidesi, deputato lodigiano della Lega Nord, Maria Grazia Bazzardi e Omar Lamparelli di Alleanza Lodigiana.
    Secondo il libro di Mario Giordano, la tragedia dei migranti per qualcuno è la gallina dalle uova d’oro. Lo dimostra nel suo ultimo libro-inchiesta, “Profugopoli. Quelli che si riempiono le tasche con il business degli immigrati”, edito da Mondadori e in libreria dall’8 marzo, il direttore del Tg4 Mario Giordano. Si tratta di milioni e milioni di euro – denaro dei contribuenti – gestiti dallo Stato in questa situazione d’emergenza, che finiscono nelle tasche dei soliti avventurieri improvvisati, faccendieri dell’ultima ora, speculatori di ogni tipo. E lo scandalo di Mafia Capitale è solo l’inizio.
    “Si parla spesso di accoglienza e solidarietà, ma è sufficiente sollevare il velo dell’emergenza immigrazione per scoprire che dietro il paravento del buonismo si nascondono soprattutto gli affari”, denuncia Giordano che fa l’esempio di alcuni soggetti coinvolti nell’emergenza profughi: la società che organizza corsi per buttafuori e addetti alle pompe funebri ed è controllata dal noto paradiso fiscale dell’isola di Jersey; l’ex consulente campano che con gli immigrati incassa 24.000 euro al giorno e gira in Ferrari; la multinazionale francese dell’energia e l’Arcipesca di Vibo Valentia.
    Così, mentre si parla di accoglienza e solidarietà, c’è chi, in tempo di crisi economica, ha messo in piedi vere e proprie industrie sulla disperazione altrui: rispetto al 95% delle aziende italiane che fattura meno di 2 milioni di euro l’anno, ci sono cooperative che arrivano anche a 100 milioni e altre che in 12 mesi hanno aumentato il fatturato del 178%.
    Leave a reply →

Photostream